fbpx
Biscotti brutti ma buoni

BISCOTTI BRUTTI MA BUONI

9.00

Disponibile



Condividi
Descrizione

Biscotti brutti ma buoni, l’apparenza a volte inganna

Dovevo sceglierli: desideravo creare una linea di prodotti che raccontasse anche la mia storia, che è innegabilmente legata al Piemonte e alla tradizione Piemontese. Di conseguenza, non potevo non includere i biscotti “brutti ma buoni” alla lista dei prodotti offerti dal mio shop. 

Il detto “niente è come sembra” non fu mai più azzeccato nel caso dei brutti ma buoni, biscotti piemontesi dall’aspetto sicuramente poco invitante, ma dal sapore unico. 

Croccanti fuori e morbidi dentro, i biscotti brutti ma buoni hanno accompagnato e accompagnano intere generazioni e le loro merende. Ottimi anche a colazione, sono sempre la scelta giusta per accompagnare un buon caffè e una chiacchierata tra amici. 

Che aspetti a provarli?

Raccontami la tua esperienza sul mio shop scrivendo una email a shop@antoninocannavacciuolo.it.

SPECIFICHE TECNICHE

  • Ingredienti: zucchero a velo, mandorle, nocciole, albume d’uovo, vaniglia
  • Confezione: 250 g 
  • Consumare preferibilmente entro: 2 mesi dalla data di produzione
  • 100% prodotto artigianale italiano

CURIOSITÀ 

Lombardia e Piemonte si litigano la “proprietà intellettuale” di questo biscotto. I lombardi, più precisamente quelli della zona di Galvirate (VA), sostengono sia stato Costantino Veniani nel 1878, a ideare il dolce, dopo una lunga esperienza in giro per l’Italia.

I piemontesi – che mi trovo a rappresentare, non me ne vogliano i Galviratesi – più precisamente abitanti nella zona di Borgomanero (NO), sostengono che i brutti ma buoni siano il frutto di una loro tradizione popolare, iniziata sì da un pasticcere, ma dalle origini ignote. 

Informazioni aggiuntive
Peso 0.25 kg

Privacy Preference Center